Come arrivare al Centro Parco

Ca' Soldato ... e il suo Museo

Attività

Protezione Civile e Antincendio

Meteo

Come è bene comportarsi!

Censimento rondini (coi dati 2013)

Salvataggio Anfibi (coi dati 2013)

Specie aliene: Lo Scoiattolo grigio

Monitoraggio Gamberi

La Fauna del Parco

La Flora del Parco

Foto del Parco (ult.agg. 15-dic-10)

Visite guidate 2016   

Archivio storico Visite






(traduzioni)

 
 

Home G.E.V.
Informativa privacy e cookie


Gli occhi del mese!
 

Editoriali:



per comunicare con le GEV:

gev.curone@libero.it


Biblioteca GEV,
inserisci la password:
Link "integrativi":


Chi sono le G.E.V

Le prossime visite guidate

Domenica 18 settembre 2016
Miele? Un gioco d’api
Montevecchia "casetta degli Alpini" di via del Fontanile - ore 9.00

Un percorso per scoprire dove, di cosa e come si nutrono le api; la profonda relazione con l’ambiente e l’agricoltura ed il loro significato come bioindicatori.
Visiteremo un apiario ed un laboratorio di produzione di miele.

Domenica 25 settembre 2016
Il Regno dei Funghi
Montevecchia Ca' Soldato - ore 9.00

I funghi sono abitanti silenziosi del bosco ma fondamentali per l'equilibrio e la continuazione della vita sulla Terra. Un immancabile appuntamento con gli amici dell’Associazione Micologica "Bresadola" di Missaglia.

incontri, attività, eventi appena trascorsi:

Trekking del Sentierone di Domenica 10 Aprile 2016
L'iniziativa, promossa dalla nostra Associazione unitamente alle Guardie Ecologiche Volontarie del Parco di Montevecchia, si è rivelata una successo. Nonostante la locandina mettesse in guardia da un percorso impegnativo di ben 21,7 km, all'appuntamento, favorito dal bel tempo, si sono presentate oltre 60 persone provenienti non solo da circondario ma anche dalle vicine Milano, Monza, Vimercate....
E' stato un vero piccolo viaggio che ci ha portato in prima battuta a Mondonico. Da qui la salita al Monte.
Le tappe previste, oltre che a permettere ai partecipanti di "tirare il fiato", sono state l'occasione per sottolineare come il Monte di Brianza, da tempo immemorabile sia stato abitato dall'uomo.
La prima sosta è avvenuta presso un "masso coppellato" un'ara millenaria. Si è poi proseguito per Camsirago, uno degli innumerevoli antichi borghi agricoli che costellano il Monte. Si è raggiunto il Monastero del San Genesio. Tra le rovine di Consonno si è consumato il pranzo al sacco.
Altre tappa degne di nota: il Santuario di Dozio e l'antica chiesetta di Biglio. Citare le tappe effettuate nei borghi di Biglio, Veglio, Aizzurro è riduttivo. Bisognava esserci per capire quanto lavoro dell'uomo, in passato, è stato alla base di questa civiltà contadina. La camminata è avvenuta in un ambiente ad alta naturalità: si sono attraversati boschi e coltivi purtroppo molti dei quali soggetti ad abbandono; un'occasione per riflettere. Che dire poi dei percorsi millenari, dei ponticelli medioevali, dei muretti a secco, dell'edicole votive! Tutti siamo rimasti incantati dalla vista della pianura dell'Adda e dei Monti sorgenti dall'acque.
I partecipanti si sono rivelati tutti buoni camminatori, dalla bambina di 11 anni fino alla signora di 70 anni. Tutti siamo giunti senza difficoltà alla meta finale e, come si suole dire, stanchi ma felici.
Grazie a tutti.
Le GEV e l'ASSOCIAZIONE "Monte di Brianza" (o viceversa!).

Lo stagno e il torrente di Domenica 6 marzo 2016
La mattinata freddina e soprattutto le forti piogge di ieri hanno scoraggiato i più e, come spesso accade, i pochi coraggiosi intervenuti sono stati ripagati da una gita tranquilla e senza pioggia con piacevoli incontri: l'airone lungo il Curone, le ovature di rana rossa negli stagni, la lampreda padana, un bell'esemplare di Tritone crestato maschio 'innamorato', le larve di libellula e di tipula, un minuscolo gammaride, una robusta femmina di gambero di fiume, le larve di salamandre, alcune dispense di picchi rossi, un paio di nidi dell'anno scorso di scricciolo, un altro di merlo.... Ad integrazione, la visita finale al museo di Cà Soldato. Tutti liberi poco prima di mezzodì.
Particolare di bocca, occhio e dei 7 fori branchiali di una Lampreda padana adulta; incontro non per tutti!
Bell'esemplare di Gambero di fiume
nido di scricciolo morbido di muschio edificato al di sotto di un albero sradicato
maschio di Tritone crestato con tanto di cresta e coda con banda grigio-azzurra

Lo stagno e il torrente di Domenica 29 marzo 2015
Una bella giornata di sole ha compensato l'inusuale levataccia dovuta all'entrata in servizio dell'ora legale.
Una trentina di adulti più bambini, divisi in due gruppi, oltre a vedere coi propri occhi ovature di rana rossa e di rospo comune, migliaia di girini appena usciti dall'uovo che annerivano angoli degli stagni, si sono beati delle abbondanti e varie fioriture che in quest'inizio di primavera abbellivano il bosco all'intorno del torrente Molgoretta!
indottrinamento del gruppo
sosta agli stagni di Valle Santa Croce
guado per tutte le età!
foto di semigruppo presso la "Madonnina"
una delle GEV ritratta in un'ambientazione "bucolica"
un'altra GEV alle prese con un Rospo smeraldino
la vera signora del luogo ... una femmina di Rospo comune.

Incontro pubblico "E' ORA DI AIUTARE LE RONDINI" di domenica 1° marzo 2015
In Usmate Velate si è tenuto l'annuale incontro (parzialmente aperto al pubblico) sullo stato delle rondini in alcune aree della Lombardia;
Il monitoraggio delle rondini (vedi anche la sezione apposita in questo sito) è svolto in diverse aree protette lombarde ed è coordinato scientificamente dal Dipartimento di Biotecnologie e Bioscienze dell'Università degli Studi di Milano - Bicocca
Qui di seguito è disponibile il pdf coi risultati illustrati durante l'incontro.

Le tracce di Domenica 8 febbraio 2015
Mattinata freddina ma con una bella neve sui prati per cui diverse impronte di animali sono state facilmente visibili; una ventina di persone, tra adulti e bambini, che sicuramente avranno un buon ricordo di questa domenica di febbraio...
nel bosco, al sole, il gruppetto di arditi si avventura lungo una pista innevata...
la neve, il bosco, il torrente coi ponticelli instabili, avvistamenti.... avventura!
seminascosto dietro i rametti gelati appare un nido che, almeno dall'aspetto esterno, dovrebbe essere bello caldo!
le impronte di una lepre... domanda: va verso destra o verso sinistra?

Mondonico di Domenica 9 novembre 2014
Altra giornata uggiosa, ma anche questa volta nebbiolina e pioggerella non hanno impedito una discreta affluenza di appassionati, come si evince anche dalle istantanee prese come si arguisce anche dalle foto della manifestazione...
saggiamente l'introduzione alla visita guidata avviene sotto un bel portico...
per poi passare, più comodamente, all'interno di una chiesetta!
appena all'aperto, si apre qualche ombrello e si vestono le cerate!
e per finire, non poteva mancare la nebbiolina nell'umidità del bosco!

Trekking d'autunno di Domenica 12 ottobre 2014
Il tempo uggioso a rischio pioggia (a consuntivo neanche una goccia!) ha indubbiamente selezionato i partecipanti; ne è scaturito un gruppo snello, omogeneo nella propensione alla camminata, che ha contribuito a rendere, la giornata, decisamente gradevole e gradita!
giusto un promemoria del percorso della giornata
foto di gruppo...utile per la conta con appello serale!
ci sono anche tratti "assistiti" ... proprio come in una escursione seria!
passaggio sui ricci (le castagne normalmente vengono rimosse dai cercatori mentre il riccio è ancora in volo!)
comoda merenda
la piscina è già stata svuotata dell'acqua...ma tanto la giornata è fresca!
verso sera, l'incrocio con un altro gruppo diversamente equipaggiato!

Ricerca sui Coleotteri Crisomelidi all'interno del Parco

La D.ssa Laura Farina, che già conosciamo per la sua passione per le farfalle, molto cortesemente, ci ha concesso di pubblicare sul nostro sito un suo interessante lavoro, durato più anni, incentrato sui Coleotteri presenti nel Parco appartenenti alla grande famiglia dei Crisomelidi.
I Crisomelidi sono dei piccoli insetti (grandi anche pochissimi millimetri) che si trovano comunemente sui fiori e tra le erbe; alcuni sono tristemente famosi come la Dorifera, le cui larve sono tanto temute da chi ha patate nell'orto!
Qui di seguito è disponibile il pdf dell' articolo

Nuovo diorama al museo di Cà Soldato sulle galle (e non solo)

Il museo di Cà Soldato si è arricchito di un altro prezioso dono di una nostra ex GEV che non ha smesso di amare il nostro piccolo museo.
Da qualche giorno, sistemato su una piattaforma girevole ad altezza di bimbo e ben protetto da una 'campana' di vetro è possibile ammirare uno spettacolare bonsai pieno zeppo di curiosità: galle, uova, falene, coleotteri, crisalidi ecc... Il tutto identificabile grazie ad un grande poster che riprendendo il diorama segnala (e identifica) tutti i 'punti' di interesse.
Infine un prezioso ed accurato opuscolo, dove i temi del diorama sono sviluppati, consente un ulteriore approfondimento.

le prime foto del Tasso 'Gasparetto'

Di Gasparetto, ma siamo poi veramente sicuri che non sia Gasparetta?, avevamo sempre visto le tracce, profonde gallerie periodicamente allargate e ripulite, impronte con i segni dei caratteristici unghioni lasciate sul suolo argilloso e umido; ora siamo in grado di mostrarvi qualche istantanea presa di notte con una 'fototrappola'!
alcuni ingressi della tana del Tasso
il Tasso esce per un 'giretto' notturno per mettere qualcosa sotto i denti
rientro soddisfatto ... si spera!

"quando anche i pesci hanno 'sete'..."

Anche quest'anno la mancanza di pioggia e le temperature elevate dei mesi estivi hanno causato la secca di lunghi tratti dei torrenti del Parco implicando la conseguente tutela ittica.
L'attività di salvataggio pesci ha coinvolto alcune GEV per tutto il mese di agosto in collaborazione con la società pescatori sportivi di Lomagna, Pierangelo Crippa ed ha interessato per diversi km i torrenti Molgoretta e Curone, dal depuratore consortile di Lomagna in località Mulino del Conte alla cascina Bagaggera di Rovagnate e per circa 500 m il torrente Lavandaia in zona Tricodaglio.
L'operazione ha previsto 2 fasi di lavoro: il monitoraggio giornaliero del livello dell'acqua delle pozze che si prosciugavano e, dove le condizioni di vita dei pesci diventavano critiche, l'intervento di cattura e trasporto a monte, ponte di Valfredda per il Curone, Lomaniga e Trecate per la Molgoretta, Maresso per la Lavandaia.
Importante è stato l'aiuto dei guardiapesca volontari della provincia che con l'elettrostorditore hanno permesso la cattura dei pesci di media e grossa taglia, poi con il calare del livello dell'acqua si è proceduto coi retini per i pesci piccoli e gli avannotti.
La presunta stima del pesce salvato è di un migliaio di esemplari di peso superiore ai 50 gr e di diverse migliaia di taglia inferiore.
Le specie catturate e spostate sono state:
cavedano, vairone, sanguinerola e ghiozzo presenti in tutto il corso dei torrenti.
barbo solo nella Molgoretta in località Mulino del Conte Lomagna.
cobite e lampreda dal ponte ex cascina Stretta al Molinazzo.
trota fario dal Molinazzo a Bagaggera.

Nel Parco vivono più "intellettuali" di quel che si pensi!

Guardate un poco cosa ci è arrivato per posta elettronica!
Il signor Stefano, che abita una cascina a mezza costa sulla collina di Montevecchia, si è trovato in una inattesa competizione, mentre in piena notte era alla ricerca tra i libri dello scaffale di un buon testo per riprendere velocemente il sonno interrotto.
E sì, sembra che anche un ghiro (Glis glis) avesse lo stesso problema!!!
Non abbiamo poi saputo su quale testo sia caduta la scelta del piccolo roditore, animaletto presente nel Parco ma non facile a vedersi!

e sempre a proposito di visite "domiciliari" di animali non proprio comunissimi da vedere, ecco una delle immagini che ci ha mandato Carlo come reportage della sua battuta fotografica a grande distanza dalle sicure pareti domestiche (se calcolata in millimetri!):

Una Farfalla... molto particolare!

Questa piccola farfalla dalle ali azzurre ha, come molte sue "consorelle", una storia assai particolare che merita di essere raccontata...
Anche a causa dei suoi "costumi" è in generale declino (la troviamo infatti negli elenchi, da europei a lombardi, delle specie a rischio!) e il fatto che sia stata vista sfarfallare sopra i prati magri del Parco, deve farci gioire ma altresì farci riflettere su quanto siano preziosi questi ambienti così particolari e fragili.
Il merito della sua "scoperta" nel Parco lo dobbiamo a Laura Farina, giovane ed appassionata "farfallologa" che ci ha anche regalato foto e descrizione della farfalla, il cui nome scientifico, per inciso, è Maculinea arion

La FILLOTECA di Cà Soldato

Nella sezione sulla Flora del Parco è ora disponibile l'elenco delle specie raccolte nei 4 volumi della filloteca di Alberi, Arbusti e Liane rinvenibili nel Parco; come ausilio all'identificazione, ogni specie in elenco è accompagnata da una eccellente scansione della foglia o del rametto fogliare.
La filloteca di Cà Soldato riporta per ogni specie, il cartoncino con le foglie pressate ed essicate (a volte anche i frutti), alcune foto per completare l'identificazione e delle note stringate.

Diorama al museo di Cà Soldato sul baco da seta

I visitatori di Cà Soldato (quelli del week end appena passato già se ne sono accorti!) hanno una nuova interessantissima teca da osservare e commentare... Si tratta di un bel diorama, che presenta bozzoli e struttura sericea di supporto, creato questa primavera dai bachi da seta. La presenza delle farfalle (maschi e femmine), di molte minuscole uova, di bozzoli aperti e di bozzoli ancora chiusi rende l'ambientazione molto viva e affascinante.
Una piccola guida di 4 pagine aiuta nella comprensione di tutte le fasi di vita dell'insetto.

Un "fumetto" fotografico sugli Anfibi

La sezione dedicata agli Anfibi si è arricchita di una "storia" per immagini dal titolo
"In viaggio verso l'acqua ... e verso la vita!".
Un divertimento, stavo per dire intelligente, per aumentare la simpatia verso questi piccoli animali.

Orari del Centro visite e del Museo

Centro visite di cascina Butto:
apertura : domenica, 15-18 (chiuso ad agosto, Pasqua e festività natalizie)

Museo di Cà Soldato:
apertura primaverile/estiva: domenica, 9-12 e 14-18

Alcune immagini del centro visite
Per saperne di più su museo e struttura di Cà Soldato

Ultimo aggiornamento:
18 Agosto 2016 (EG)

 
 
(C) Copyright 2016 GEV Curone | gev.curone@libero.it